Poker 2-11

Poker 2-11

Si pronuncia "Due undici" e si sta rivelando in grado di diventare una popolare variante insieme all'Omaha e al Texas Hold'em.

In questa panoramica di gioco

  • Regole del gioco
  • Il gioco

Se pensavi che il mondo del poker avesse bisogno di una scossa, sappi che non eri l’unico. Lo pensava anche Bruce Paul, la persona che ha inventato questo nuovo gioco, per la prima volta in 26 anni.

Regole del gioco

Il poker 2-11 è senza dubbio un parente stretto delle popolari varianti Texas Hold’em e Omaha Hi/Lo. Anche questo è un gioco a cinque carte, di cui alcune coperte e alcune in condivisione utilizzabili da tutti i giocatori.

I giochi sono tutti davvero simili, con un minimo di due e un massimo di dieci giocatori.

Tuttavia nel 2-11 ogni giocatore sceglie se usare due o tre carte della propria mano insieme a due o tre di quelle presenti sul tavolo per ottenere la miglior mano più alta e più bassa.

A differenza dell’Hold’em e dell’Omaha, il flop del 2-11 è composto da due sole carte, mentre le fasi di turn e river ne prevedono una.

Un’altra differenza è che nel format Hi/Lo si può giocare anche usando come condizione di base il 7 invece che l’8 per la mano più bassa.

Il gioco

  1. Si puntano i blind (le puntate al buio). Ad ogni giocatore vengono smazzate quattro carte (coperte). Si punta.
  2. Si brucia una carta e si gira un flop di due carte condivise. Si punta.
  3. Si brucia una carta e si gira la carta condivisa “turn”. Si punta.
  4. Si brucia una carta e si gira la carta condivisa “river”. Si punta.

I giocatori, nella versione hi/low), usano il 7 come condizione di base per la mano più bassa, con l’asso come valore basso e nessuna sanzione per colori e scale.

Vedi anche

Sì! Voglio scoprire i bonus esclusivi, le promozioni e le novità.

SUBSCRIBE