La Storia del Gioco d'Azzardo Online

Scopri la storia del gioco d’azzardo online, dai suoi pionieri a giorni nostri.

I siti internet dedicati al gioco d’azzardo hanno fatto passi da gigante dalle loro origini a inizio anni '90, ma come ci sono riusciti e quali sono i personaggi più importanti di questa storia? Scopriamo insieme i momenti salienti dei primi decenni dell’ascesa del Gioco d’Azzardo su Internet.

I Pionieri

Fu Antigua e Barbuda, una piccola isola situata nei Caraibi, che nel lontano 1994 rilasciò la licenza per il primo casino online. Questo fu reso possibile dalla ratifica degli accordi sul libero commercio (il “Free Trade Act” e il “Processing Act”), un piccolo passo che all’epoca non parve molto significativo ma che si è rivelato determinante per la nostra storia.

Fu nello stesso anno che la famosa compagnia software Microgaming aprì i battenti, inizialmente come un piccolo gruppo focalizzato sulle scommesse online. La società crebbe velocemente diventando il punto di riferimento per i migliori casino e sale giochi della rete.

Uno dei casino online più longevi, tutt'ora funzionante, è l'InterCasino, fondato nel 1996. Pare anche che nei due anni precedenti la fondazione di InterCasino fossero nate altre sale giochi in rete, come The Gaming Club, un sito che funzionava tramite Microgaming e che ricevette la licenza per il gioco d’azzardo da Gibilterra.

Regole Globali

Mentre il gioco d’azzardo online diventava sempre più popolare, furono i Canadesi a capire per primi che serviva un sistema globale di regole e licenze. Furono sempre loro, nel 1996, a fondare la Commissione Kahnawake per il Gioco d’Azzardo (la Kahnawake Gaming Commission), un organo il cui scopo è quello di assicurare che gli operatori autorizzati rispettino la legge e le regole per poter garantire il livello di sicurezza adeguato per un gioco d’azzardo responsabile.

Seguendo l’evoluzione di Internet, dalle connessioni lente con i modem analogici a quelle velocissime via cavo, DSL e fibra ottica, anche il gioco online è cresciuto. Nel 1998, l’industria globale dell’azzardo in rete registrava introiti annuali pari circa 834 milioni di dollari. Questo incredibile business ha poi superando la soglia del miliardo di dollari pochi anni dopo, senza più fermarsi.

Dalla Terra alla Rete

Molte delle compagnie che ebbero più successo tra la fine degli anni ‘90 e l’inizio degli anni 2000 intrapresero la loro scalata partendo da tecnologie semplici, come il telefono, che si dimostrarono un vero vantaggio. Un esempio è il sito di scommesse sportive Intertops che avviò la sua attività nel 1983 registrando le puntate dei clienti telefonicamente. Per questa compagnia fu quindi semplice trasferirsi sulla rete nel 1996.

I grandi nomi del poker online, come Party Poker e PokerStars, iniziarono a far sentire la propria presenza già dal 1998. Party Gaming, la società madre di Party Poker, fu anche una delle prime compagnie del settore a essere quotata in borsa. Questo avvenne nel 2005, a Londra.

Battaglie Legali

Mentre Internet è cresciuto, alcune nazioni hanno faticato a tenere il passo con l'esplosione dell’azzardo online. Gli Stati Uniti sono diventati uno dei campi di battaglia principali per il futuro del settore da quando lo Stato federale ha approvato una disegno di legge per bandire le scommesse in rete in tutti i 50 Stati. Le cose stanno lentamente cambiando, però, da quando il Dipartimento di Giustizia ha permesso ai singoli Stati (come il Nevada e il New Jersey) di stabilire le loro regole. Esiste anche la possibilità che i regolamenti federali cambino presto.

L’Europa, d’altro canto, si è sempre dimostrata aperta al gioco d’azzardo online, e l’Unione Europea cerca sempre di garantire gli che Stati membri rimangano fedeli alle regole della competizione e della libertà, permettendo loro di aprire le porte anche ai casino offshore. Il resto del mondo si sta adattando lentamente al potenziale e al divertimento che questo settore può garantire.

Sì! Voglio scoprire i bonus esclusivi, le promozioni e le novità.